Andare a Cavallo – Riding a horse at the Beach & Useful Horse Lingo

Andare a Cavallo – Riding a horse at the Beach & Useful Horse Lingo


Ciao a tutti! Avete passato un buon fine settimana?
Che avete fatto? Mi piacerebbe saperlo. Potete lasciarmi un commento nel box sotto. Io ho
fatto qualcosa molto divertente. Con una mia amica sono andata al mare e siamo andate a
cavallo sulla spiaggia. State sintonizzati. Vi racconto tutto. Eccomi di nuovo. Stavo dicendo che sono andata
a cavallo sulla spiaggia. Qui in California siamo fortunati perché anche a gennaio fa
bel tempo. Non è troppo freddo e possiamo fare tante attività all’esterno. Non dobbiamo
preoccuparci di temporali, o grandine, o tempeste di neve. Però se si va nella direzione opposta
al rispetto alla spiaggia, a est, circa tre ore in macchina si raggiungerebbero le montagne
dove è possibile sciare. Infatti alcuni amici hanno deciso di andare a Tahoe questo weekend
e mi hanno inviato le foto dell’autostrada solo poche ore da me qui a San Francisco. Quando ho visto che la previsione per il fine
settimana era buona, ho deciso di andare a Half Moon Bay un’avventura a cavallo lungo
la costa della California. Half Moon Bay è una città eclettico vicino
al mare. Tanta gente viene a fare surf. La spiaggia è una favola. È grande e bianca,
il mare è blu e ci sono scogliere enormi. Mi piace andarci con i cani. Questa volta
però sono stata lì con un animale più grande un cavallo. Il nome del mio cavallo era Pensicola. Purtroppo,
secondo me, lui era un po’ lento. Mi sarebbe piaciuto avere un cavallo un po’ più vivace
e veloce. Però abbiamo fatto amicizia e abbiamo passato due ore piacevoli insieme. Ecco alcune parole utile per descrive il mondo
ippico! Prima vorrei farvi conoscere “la briglia.”
Questa è la parte che va dentro la bocca del cavallo. Le redini sono attaccato alla
briglia. Con le redini si controlla il cavallo. È necessario avere un tocco leggero per non
agitare troppo o annoiare il cavallo. Solo quando vuoi comunicare un comando al cavallo
devi tirare le redini. Quando il cavallo fa qualcosa di buono, e
risponde subito al tu comando è una buona idea di dagli delle pacche leggere o toccarlo
sul collo. Mi raccomando anche di coccolarlo con dolci parole. In questo modo il cavallo
avrà più fiducia in voi e risponderà ai comandi futuri più velocemente. Queste sono le staffe. Si mettono i piedi
nelle staffe. Aiuta avere gli stivali con un tacco per tenere i piede sicuramente nelle
staffe. Un’altra cosa importante dovete ricordare di tenere i tacchi verso il basso per sistemare
il vostro peso correttamente sul cavallo e per controllare il vostro equilibrio sulla
sella e per non mettere troppo stress sul sedere. Altrimenti il giorno dopo non sarà
piacevole. La sella va su il dorso del cavallo e c’è
un cuscinetto sotto la sella per proteggere la schiena del cavallo. Per protezione, gli
zoccoli dei cavalli sono ferrati. Alla scuderia – scuderia – questa è bella
parola no? È una delle mie parole preferita – mi piace il suono. Una scuderia è il posto
dove tengono i cavalli. Boh, alla scuderia davanti alle recinzioni dei cavalli ho incontrato
il mio cavallo. Abbiamo parlato un po’ per conoscerci meglio e poi l’ho montato. Quando
tutto il gruppo e i guidi erano pronti in fila siamo andati verso la spiaggia. Abbiamo seguito un percorso che attraversava
un campo fino a una piccola gola. C’era tanto fango e un piccolo ruscello ma il cavallo
sapeva benissimo come affrontare la situazione e con calma è entrato nell’acqua e l’abbiamo
attraversato senza scivolare. Quando siamo arrivati al promontorio sopra la spiaggia,
il sentiero è diventato ripido, ma il cavallo di nuovo è riuscito a scendere senza problema. Vorrei dire che è stato la mia abilità fantastica
di gestire il mio cavallo…ma la verità è che lui sapeva benissimo la strada. L’ha
percorsa tante volte prima. Sulla spiaggia siamo andati al passo molto vicino alle onde
e siamo anche andati al trotto sulla sabbia. Avrei voluto andare al galoppo, ma come vi
ho spiegato prima, il mio cavallo era contenta di muoversi tranquillamente senza fretta.
È stata una bella esperienze andare a cavallo sulla spiaggia, e la prossima volta che andrò
a cavallo vorrei andare in un’altra direzione e seguire un percorso interna sulle colline
e nel bosco…e sceglierò un cavallo un po’ più vivace! Ora ho un nuovo apprezzamento per quello che
i veri cavalieri fanno, tra cui anche i giostratori di Arezzo durante la giostra. È stata solo
un piccolo assaggio di quello che loro fanno. Infatti ci vuole un sacco di pratica per gestire
un cavallo ed essere così abili da tenere una lancia in mano e colpire il bersaglio
con precisione. Loro si allenano per ore e ore, per quasi tutto l’anno. Dovreste vedere questo spettacolo! È molto
affascinante e potete vedere la giostra con me il settembre prossimo. Organizzo un gruppo
per studiare l’italiano in Italia e avremo anche l’occasione di guardare la giostra insieme.
Avremo anche la possibilità di visitare una scuderia di uno dei quartieri per vedere dove
i cavalieri si allenano. Per ulteriori informazioni, andare al sito
di Studentessa Matta per saperne di più e per iscrivervi al programma. Sarebbe bello
avervi con me ad Arezzo, alla scuola di Cultura Italiana e alla giostra! Bene. Questo è tutto per ora. Avete esperienza
con i cavalli? Vi piacciono? Vi piace andare a cavallo. Avete mai visto la giostra ad Arezzo?
Mettete i commenti nel box sotto. Mi piace leggere i vostri commenti. Vorrei sentirvi! Allora. Ci vediamo la prossima volta. Statemi
bene. Ciao!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *